LE TAVOLE DELLE CASE. L’IMPORTANZA DELL’ASCENDENTE.

Le tavole delle case sono state elaborate da Placido di Titi (1555 – 1617), monaco benedettino e nsegnante di matematica all’Università di Pavia, il quale perfezionò la metodologia di domificazione dell’oroscopo proposta da altri studiosi, suoi predecessori. Le Tavole Placidiane sono oggi le più
usate nel mondo e quella che l’esperienza quotidiana indica le più corrispondenti all’attendibilità dell’interpretazione astrologica. Queste Tavole servono ad individuare i quattro punti cardinali dell’oroscopo (Asc., Dsc., MC e IC) e le cuspidi ovvero il punto di inizio delle altre case o campi.
Per conoscere il grado delle cuspidi dovete cercare nelle Tavole delle case, qui di seguito
possiamo vederne un esempio

Per conoscere il grado dell’Ascendente dovete cercare nelle tavole delle case l’Ora Siderale di Nascita (in alto a sinistra della tabella) che corrisponde o che si avvicina maggiormente per approssimazione all’Ora Siderale di Nascita risultante dai conteggi effettuati in precedenza. Osserviamo da vicino una di queste tavole. La prima colonna verticale il cui numero è 0° (Latitudine 0° = Equatore) e l’ultimo è 65° (Latitudine 65°) è quella dei Paralleli, cioè della Latitudine terrestre delle varie località. Lungo tale colonna verticale di queste Tavole bisogna cercare quella corrispondente alla latitudine della città di nascita del soggetto al quale vogliamo domificare e costruire il grafico oroscopico. A fianco dell’intestazione dell’Ora Siderale di Nascita (sempre in alto a sinistra nella tabella) troviamo l’indicazione “MC”, abbreviazione di “Medio Cielo”. Sotto queste due lettere alfabetiche troviamo
il simbolo di un segno dello zodiaco, ed al suo fianco una Longitudine zodiacale espressa in gradi longitudinali, primi di grado e secondi di grado. A fianco dell’Ora Siderale è, pertanto, indicata la Longitudine del Medio Cielo dell’oroscopo che non varia per le diverse Latitudini considerate (0°- 65°). Nella prima colonna troviamo indicata la posizione della cuspide del campo undicesimo, che varia in relazione delle diverse Latitudini; anche le altre cuspidi sono variabili. Nella seconda colonna vi è la posizione della cuspide del dodicesimo campo, nella terza colonna vi è quella dell’Ascendente, nella quarta colonna vi è quella della cuspide del campo secondo, nella quinta e ultima colonna vi è quella della cuspide del campo terzo. Riportando sulla mappa zodiacale le posizioni dei due punti angolari Ascendente e Medio Cielo e delle altre quattro cuspidi (11a-12a-2a-3a), troveremo automaticamente nei segni zodiacali e nei gradi opposti le posizioni rispettive del Discendente, del Fondo Cielo (Imum Coeli) e delle cuspidi delle case 5a-6a-8a-9a, che non sono riportate nelle Tavole.


L’IMPORTANZA DELL’ASCENDENTE

L’Ascendente rappresenta il punto sensibile più importante della mappa zodiacale ed è in relazione con l’habitus somatico del soggetto, il suo carattere e i suoi atteggiamenti esteriori. Dal punto di vista astronomico l’Ascendente rappresenta quel settore del cielo che si trova ad oriente, quando avviene la nascita. Infatti, l’Ascendente coincide con il punto dove il Sole è sorto nel momento della nascita, e tutto ciò tenendo presente il moto solare, apparente, nell’arco delle 24 ore.


Il grafico mostra una carta del cielo in cui le cuspidi delle case coincidono con l’inizio dei segni; al centro del grafico la zona scura e la zona chiara, delimitate dalla linea Ascendente Discendente,
indicano le case cosiddette notturne e quelle diurne dell’oroscopo

Ogni casa dell’oroscopo è legata ad un particolare settore dell’esistenza: la seconda casa è connessa con le finanze, la terza casa al rapporto con l’ambiente, la quarta casa al rapporto con la madre e con la famiglia di origine etc. Le dodici case dell’oroscopo rispecchiano, pertanto, un lato della vita del soggetto. Le cuspidi dei campi quarto, decimo e settimo, (oltre all’Ascendente o cuspide del primo campo) sono dette angolari, poiché rappresentano i quattro pilastri dell’oroscopo, anche dal punto di vista interpretativo. I dati più importanti riguardanti il nativo si rivelano proprio in queste case, e i corpi celesti situati nei pressi del punto angolare sorgente (Ascendente) segnano in termini pronunciati il suo carattere e le sue attitudini. In astrologia, l’oriente s’immagina a sinistra e l’occidente a destra, proprio il contrario di quello che si rivela nelle carte geografiche; poiché l’Ascendente rappresenta il punto orientale, il Discendente si trova esattamente all’opposto e corrisponde all’occidente (punto angolare dell’oroscopo, corrispondente al punto del cielo dove tramonta il Sole). Tracciando una linea che unisce l’Ascendente e Discendente, lo zodiaco viene diviso in due semicerchi di cui una parte rappresenterà la zona sopra l’orizzonte, e l’altra quella ad esso sottostante. Anche la linea che unisce gli altri due punti cardinali, cioè la cuspide del campo decimo (Medio Cielo o MC) e la cuspide del campo quarto (Fondo Cielo, Imum Coeli o IC) situati in due gradi zodiacali opposti di 180°, divide ulteriormente lo schema zodiacale: il MC corrisponde al punto dove il Sole si viene a trovare a mezzodì, il Fondo Cielo corrisponde invece alla mezzanotte.

Scuola di astrologia sesta lezione

Home Page
Home Page

Chi Sono
Chi Sono

Contatti
Contatti

Oroscopo
Oroscopo

I Sogni
I Sogni

I Tarocchi
I Tarocchi

Scuola di Astrologia
Scuola di Astrologia